Incoterms 2020 e trasporto internazionale

Incoterms 2020 e trasporto internazionale

Area di appartenenza
Descrizione

Nel commercio internazionale è decisamente preferibile utilizzare gli 11 termini Incoterms: ogni termine prevede obbligazioni chiare, sia per il venditore che per l’esportatore.

Sbagliare o mal interpretare il termine di resa, significa mettere le basi per problemi futuri come: un successivo mancato pagamento, contestazioni tra venditore e acquirente in caso di spese non previste o danni alla merce viaggiante.

A quali domande risponde

Il primo passo per vendita / acquisto in un mercato estero è la predisposizione di un’offerta: non basta inserire il costo del prodotto si deve stabilire anche il termine di resa della merce: “franco fabbrica”, “franco destino”, ecc.

È sufficiente tradurre questi termini in inglese? Assolutamente no.

A chi si rivolge Uffici commerciale, legale, spedizione, amministrativo di aziende che commerciano con l’estero.
Durata 4 ore
Programma del corso
  1. Potere vincolante degli Incoterms.

  2. Cosa disciplinano e cosa non disciplinano gli Incoterms.

  3. I singoli termini – pro e contro in base al tipo di operazione:

    • EXW - Ex Works;

    • FCA - Free Carrier; FAS - Free Alongside Ship; FOB - Free On Board;

    • CFR - Cost and Freight; CIF - Cost, Insurance and Freight, CPT - Carriage Paid To; CIP - Carriage and Insurance Paid;

    • DAT - Delivered At Terminal (new); DAP - Delivered At Place (new); DDP - Delivered Duty Paid.

  4. Altri termini di resa a livello internazionale: le Trade Definitions americane; stesse sigle, ma significato diverso.
  5. Le ripercussioni degli Incoterms sugli aspetti commerciali, sulle formalità doganali e sul pagamento della fornitura.
  6. La giurisprudenza italiana sugli Incoterms.
  7. Il contratto di trasporto e il contratto di spedizione.
  8. Tipologia e compilazione dei documenti di trasporto internazionale: CMR, CIM, AWB, MAWB, HAWB, Bill of lading, Sea waybill, FCR, ecc.
  9. Limiti vettoriali al risarcimento in base alla tipologia di trasporto.
  10. Condizioni di nolo: PAL, FAS, FIO, Free In, Free Out.
  11. Normativa CEMT, la Licenza Comunitaria e il cabotaggio.
  12. Il trasporto internazionale: la responsabilità del vettore, del mittente, del caricatore e del proprietario delle merci.

Maggiori informazioni

Contattaci per richiedere maggiori informazioni sui nostri corsi dell'Area Trasporti e sulle modalità di iscrizione.

  Richiedi informazioni

Consulta l'elenco dei corsi dell'area trasporti
 Elenco corsi

Ultime News

UTILIZZO DI ALCOLE ETILICO DENATURATO, USI INDUSTRIALI, AD ACCISA ESENTE (DM 524/96 art. 2)

UTILIZZO DI ALCOLE ETILICO DENATURATO, USI INDUSTRIALI, AD ACCISA ESENTE (DM 524/96 art. 2)

I nostri Uffici hanno seguito dei casi e sperano di fare cosa utile nel portare a conoscenza le Aziende, di questa particolare procedura riguardante le accise, necessaria e vincolante. Le Aziende che intendono utilizzare NC 22072000 S115, alcole etilico denaturato con formula speciale diversa da quelle...

MODLITA’ DI COMPILAZIONE DELLA DICHIARAZIONE DI IMPORTAZIONE CON RICHIESTA DI PRELIEVO DI QUOTE

MODLITA’ DI COMPILAZIONE DELLA DICHIARAZIONE DI IMPORTAZIONE CON RICHIESTA DI PRELIEVO DI QUOTE

MODLITA’ DI COMPILAZIONE DELLA DICHIARAZIONE DI IMPORTAZIONE CON RICHIESTA DI PRELIEVO DI QUOTELa Direzione dell’Agenzia Dogane e Monopoli ha informato che, dal 1°aprile 2024, è possibile avvalersi, già in fase di invio della dichiarazione doganale e...

CORRETTA INDICAZIONE DEI CERTIFICATI SANITARI E OZONO NELLE DICHIARAZIONI DOGANALI DI IMPORTAZIONE

Con l’Avviso del 26/03/2024, l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli ha informato che, dal 14 aprile 2024, è attiva la connessione tra i sistemi informatici centrali della Commissione Europea CERTEX (European Union Custom Single Window Certificate Exchange) e TRACES (Trade...

ACCORDO DI LIBERO SCAMBIO MERCI UE-NUOVA ZELANDA

ACCORDO DI LIBERO SCAMBIO MERCI UE-NUOVA ZELANDA

Con la GUUE L 866 del 25 marzo 2024, è stato pubblicato l’accordo di libero scambio UE-Nuova Zelanda. È ammessa l’attestazione di origine nella fattura commerciale (numero REX), indipendentemente dall’importo, valevole per singola spedizione o per un...

DOCUMENTI T2L O T2LF ELETTRONICI DAL 1° MARZO 2024

SISTEMA POUS (PROOF OF UNION STATUS)

Dal 1°marzo 2024, l’acquisizione e l’emissione di documenti T2L O T2LF deve avvenire in modo elettronico, eliminando la forma cartacea, attraverso il portale UE: https://customs.ec.europa.eu/gtp/  “Richiesta di convalida” L’operatore...

LA e-CMR ELETTRONICA ARRIVA IN ITALIA ENTRO IL 2024

LA e-CMR ELETTRONICA ARRIVA IN ITALIA ENTRO IL 2024

I nostri Uffici hanno partecipato ad un interessante Seminario dell'UfficioTrasporti di Confindustria Veneto Est, lo scorso 27 febbraio 2024, in cui è sono state fornite indicazioni sull’autotrasporto internazionale di merci: documenti e controlli su strada.E’ stato...

AGGIORNAMENTO DUAL-USE

AGGIORNAMENTO DUAL-USE Il Regolamento (UE) n. 2616 del 15 settembre 2023 ha sostituito il Regolamento UE n. 996 del 23 febbraio 2023. Si invitano le Aziende a controllare che i propri prodotti non rientrino nell’elenco o eventualmente procedere con la richiesta della licenza per l’esportazione. https://eur-lex.europa.eu/legal-content/IT/TXT/PDF/?uri=OJ:L_202302616  

CONTROLLI SUL MATERIALE DA IMBALLAGGIO IN LEGNO PROVENIENTE DA BIELORUSSIA, CINA, CINA, INDIA

Con il Reg.to di esecuzione UE n. 288 del 18 gennaio 2024, GUUE L19 gennaio 2024, la Commissione UE (siglato Ursula Von Der Leyen), ha stabilito di mantenere la frequenza dei controlli fitosanitari sugli imballaggi di legno utilizzati per sostenere, proteggere o trasportare i prodotti, la cui NC è...

Tutte le news