Incoterms 2010 e trasporto internazionale

Incoterms 2010 e trasporto internazionale

Area di appartenenza
Descrizione

Nel commercio internazionale è decisamente preferibile utilizzare gli 11 termini Incoterms: ogni termine prevede obbligazioni chiare, sia per il venditore che per l’esportatore.

Sbagliare o mal interpretare il termine di resa, significa mettere le basi per problemi futuri come: un successivo mancato pagamento, contestazioni tra venditore e acquirente in caso di spese non previste o danni alla merce viaggiante.

A quali domande risponde

Il primo passo per vendita / acquisto in un mercato estero è la predisposizione di un’offerta: non basta inserire il costo del prodotto si deve stabilire anche il termine di resa della merce: “franco fabbrica”, “franco destino”, ecc.

È sufficiente tradurre questi termini in inglese? Assolutamente no.

A chi si rivolge Uffici commerciale, legale, spedizione, amministrativo di aziende che commerciano con l’estero.
Durata 4 ore
Programma del corso
  1. Potere vincolante degli Incoterms.

  2. Cosa disciplinano e cosa non disciplinano gli Incoterms.

  3. I singoli termini – pro e contro in base al tipo di operazione:

    • EXW - Ex Works;

    • FCA - Free Carrier; FAS - Free Alongside Ship; FOB - Free On Board;

    • CFR - Cost and Freight; CIF - Cost, Insurance and Freight, CPT - Carriage Paid To; CIP - Carriage and Insurance Paid;

    • DAT - Delivered At Terminal (new); DAP - Delivered At Place (new); DDP - Delivered Duty Paid.

  4. Altri termini di resa a livello internazionale: le Trade Definitions americane; stesse sigle, ma significato diverso.
  5. Le ripercussioni degli Incoterms sugli aspetti commerciali, sulle formalità doganali e sul pagamento della fornitura.
  6. La giurisprudenza italiana sugli Incoterms.
  7. Il contratto di trasporto e il contratto di spedizione.
  8. Tipologia e compilazione dei documenti di trasporto internazionale: CMR, CIM, AWB, MAWB, HAWB, Bill of lading, Sea waybill, FCR, ecc.
  9. Limiti vettoriali al risarcimento in base alla tipologia di trasporto.
  10. Condizioni di nolo: PAL, FAS, FIO, Free In, Free Out.
  11. Normativa CEMT, la Licenza Comunitaria e il cabotaggio.
  12. Il trasporto internazionale: la responsabilità del vettore, del mittente, del caricatore e del proprietario delle merci.

Maggiori informazioni

Contattaci per richiedere maggiori informazioni sui nostri corsi dell'Area Trasporti e sulle modalità di iscrizione.

  Richiedi informazioni

Consulta l'elenco dei corsi dell'area trasporti
 Elenco corsi

Ultime News

ESCLUSIONE DA DENUNZIA DEPOSITO LIBERO

alcoli birra esclusioni

ART. 20 DM 153 E ART. 29 TUAArt. 29 TUA (ASSOGGETTATO AD ACCISA) 1. VENDITA AL MINUTO (LEGGE 04/08/2017 N. 124)2. ALCOLE DENATURANTE GENERALE INFERIORE A 300 LITRI IDRATI3. ALCOLE, FRUTTA ALLO SPIRITO (Es: CILIEGIE SOTTO GRAPPA) e BEVANDE ALCOLICHE, confezionati in recipienti massimo5 litri, AROMI ALCOLICI...

USCITA REGNO UNITO DALL'UE-HARD BREXIT

USCITA REGNO UNITO DALL'UE-HARD BREXIT

RIPERCUSSIONI DOGANALI Per renderVi edotti sulle conseguenze della BREXIT, in relazione all'iter doganale, abbiamo dovuto proporre questo comunicato lunghissimo. Come disposto dalla Nota prot. 19183/RU della Direzione Centrale Legislazione e Procedure Doganali dell'Agenzia delle Dognae e dei...

POST CONVEGNO ORIGINE PREFERENZIALE GIAPPONE

POST CONVEGNO ORIGINE PREFERENZIALE GIAPPONE

A seguito Evento Formativo sull’Origine Preferenziale del 5 febbraio u.s., i consigli alle Aziende, da mettere in atto fin da subito, sono:1. Richiedere inserimento, previa verifica, di Giappone e Canada nelle dichiarazioni a lungo termine fornitore;2. Verificare censimento voce doganale prodotti...

EVENTO FORMATIVO ORIGINE PREFERENZIALE MERCI

evento-formativo-origine-preferenziale-merci

Il 5 febbraio 2019 si terrà, presso il BHR Hotel di Quinto di Treviso, un evento formativo sull'origine delle merci, ore 9.00-13.00. Si parlerà della nutrita Circolare protocollo 125912/RU del 27.12.2018 dell’Agenzia delle Dogane con cenni all' Accordo UE-Giappone...

DICHIARAZIONE ENERGIA ELETTRICA FOTOVOLTAICO ALL'AGENZIA DOGANE

L'Azienda che ha un impianto fotovoltaico  con licenza dogane è tenuta ad inviare la dichiarazione di consumo energia elettrica entro il 31 marzo 2019, pena sanzioni o blocco pratica GSE.  Problemi con l'elaborazione e invio? I nostri Uffici sono a disposizione...

CODICE ACCISA IN ETICHETTA

Quando è obbligatoria

CODICE ACCISA IN ETICHETTA: QUANDO E' OBBLIGATORIO?L’art. 31 del Testo unico accise, così recita: I prodotti alcolici sono posti in vendita condizionati nei modi previsti dalle disposizioni vigenti in materia; sui recipienti sono applicate le etichette con le indicazioni prescritte...

DOCUMENTI TRASPORTO BIRRA

DOCUMENTI TRASPORTO BIRRA

Definizione ai sensi art. 34 Testo Unico Accise (Decreto Lgs. n. 504/1995)Si intende per BIRRA:-          qualsiasi prodotto di cui al codice NC 2203 o -         ...

RESTITUZIONE ACCISA E IMPOSTA SU GASOLIO/LUBRIFICANTI CONTENUTI SU PRODOTTI MECCANICI TRASFERITI ALL'ESTERO

RESTITUZIONE ACCISA E IMPOSTA SU GASOLIO/LUBRIFICANTI CONTENUTI SU PRODOTTI MECCANICI TRASFERITI ALL'ESTERO

AZIENDE SETTORE MECCANICA Pe i prodotti assoggettati ad accisa o ad imposta di consumo non utilizzati nel mercato nazionale ma trasferiti in Paesi UE o esportati in Paesi Extra UE, tal quali o contenuti in macchinari e/o attrezzature, Vi è la possibilità, presentando documentata...

Tutte le news